Servizio di assistenza tecnica


La BIESSE MEDICA mette a disposizione dei propri clienti una rete di assistenza tecnica altamente specializzata e certificata, pronta ad intervenire tempestivamente su tutti i tipi di apparecchiature commercializzate al fine di fornire al cliente un servizio completo e affidabile a prezzi competitivi. Per ricevere la nostra assistenza seguire la seguente procedura:

  • Richieste di intervento
    Le richieste di intervento potranno essere inoltrate esclusivamente via fax al numero 06/3096796 o  via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
    In tempo reale, le richieste verranno inoltrate ai tecnici che  saranno operativi in base ai tempi stabiliti in offerta.  La Biesse Medica S.r.l. mette a Vs. disposizione, nell'ambito del contratto, il proprio Remote Support Center (RSC), effettuando telefonicamente un servizio di supporto e analisi tecnica, con personale altamente specializzato. Grazie all’evoluzione tecnologica oggi è possibile garantire il servizio RSC con risultati di particolare efficacia e spesso risolutivi. L’analisi avviata telefonicamente da parte del ns. specialista RSC, tramite chiamata del Cliente, sarà considerato a tutti gli effetti come l’inizio dell'intervento tecnico.
  • Per richiedere assistenza tecnica su macchinari e prodotti AGFA è possibile chiamare il numero verde  800 82.81.21 per avviare la richiesta di intervento. DA OGGI LA BIESSE MEDICA OFFRE UN NUOVO SERVIZIO: Verifiche di sicurezza elettrica degli apparecchi elettromedicali (D.Lgs. 81/08 art. 71 e 81, CEI 62/148:IEC EN 62353)

Da oggi la Biesse Medica offre un nuovo servizio:


Verifiche di sicurezza elettrica degli apparecchi elettromedicali (D.Lgs. 81/08 art. 71 e 81, CEI 62/148:IEC EN 62353)

RIFERIMENTI LEGISLATIVI

D.Lgs 81/08 Art. 71 c.8
......il datore di lavoro, secondo le indicazioni fornite dai fabbricanti ovvero, in assenza di queste, dalle pertinenti norme tecniche o dalle buone prassi o da linee guida, provvede affinché:

a) le attrezzature di lavoro la cui sicurezza dipende dalle condizioni di installazione siano sottoposte a un controllo iniziale (dopo l’installazione e prima della messa in esercizio) e ad un controllo dopo ogni montaggio in un nuovo cantiere o in una nuova località di impianto, al fine di assicurarne l’installazione corretta e il buon funzionamento;

b) le attrezzature soggette a influssi che possono provocare deterioramenti suscettibili di dare origine a situazioni pericolose siano sottoposte: 

1. ad interventi di controllo periodici, secondo frequenze stabilite in base alle indicazioni fornite dai fabbricanti, ovvero dalle norme di buona tecnica, o in assenza di queste ultime, desumibili dai codici di buona prassi; 

2. ad interventi di controllo straordinari al fine di garantire il mantenimento di buone condizioni di sicurezza, ogni volta che intervengano eventi eccezionali che possano avere conseguenze pregiudizievoli per la sicurezza delle attrezzature di lavoro, quali riparazioni, trasformazioni, incidenti, fenomeni naturali o periodi prolungati di inattività;

c) gli interventi di controllo di cui alle lettere a) e b) sono volti ad assicurare il buono stato di conservazione e l’efficienza a fini di sicurezza delle attrezzature di lavoro e devono essere effettuati da persona competente.

 

Contattaci per un preventivo o semplicemente per saperne di più…